Menu

Marchesi de Frescobaldi

Marchesi de Frescobaldi

La lunga storia della famiglia Frescobaldi inizia intorno all’Anno Mille col fiorire dell’attività bancaria della Firenze medioevale. In breve i Frescobaldi diventano protagonisti assoluti della vita politica ed economica e si guadagnano il titolo di tesorieri della Corona inglese. Iscrivono il loro nome nella storia di Firenze, commissionando grandi opere pubbliche e architettoniche come il ponte Santa Trinita sul fiume Arno e la basilica di Santo Spirito, affidata a Filippo Brunelleschi. Tra i rappresentanti più illustri della famiglia, Dino Frescobaldi fu poeta del Dolce Stil Novo, noto anche per aver recuperato e restituito all’amico Dante Alighieri in esilio, i primi canti della Divina Commedia, permettendogli di continuare l’opera. Gerolamo Frescobaldi, musicista e compositore, è tutt’oggi considerato uno dei più importanti esponenti della musica Barocca. L’inizio della produzione vitivinicola è documentata agli inizi del 1300, nella storica Tenuta di Castiglioni in Val di Pesa, a sud-ovest di Firenze. Fin dall’inizio i vini Frescobaldi sono noti per qualità e tipicità tanto che agli inizi del 1400 grandi artisti del Rinascimento come Donatello e Michelozzo Michelozzi ne erano illustri estimatori. Un secolo più tardi i loro vini venivano serviti sulle tavole della Corte inglese di Enrico VIII e della Corte Papale. Una famiglia fiorentina dedita da trenta generazioni alla produzione di grandi vini toscani. Con l'obiettivo di essere il più prestigioso produttore toscano di vino, Frescobaldi crede nel rispetto del territorio, punta sull'eccellenza delle proprie uve, investe in comunicazione e nella professionalità delle risorse umane. Eredità preziosa da tramandare nei secoli, la filosofia produttiva dei Frescobaldi si basa su principi assoluti come il rispetto della tradizione e l’apertura alla ricerca e alla sperimentazione. Nel 1855, per primi in Toscana, piantano il Cabernet Sauvignon, il Merlot, il Pinot Nero e lo Chardonnay, nelle tenute di Nipozzano e Pomino. Nel 1894 costruiscono a Pomino la prima cantina italiana capace di sfruttare la naturale gravità per il travaso dalle botti e si distinguono, nello stesso periodo, per l’introduzione del “vigneto specializzato”. Nel 1989 acquistano la tenuta di Castelgiocondo a Montalcino e nel 1990 fondano il Consorzio degli Olivicoltori della Toscana Centrale, dando vita all’olio extra vergine di oliva Laudemio. Nel 1995 inaugurano la Tenuta Luce della Vite a Montalcino, cui si aggiunge nel 2000 la Tenuta Conti Attems in Friuli. Ultimi luminosi progetti il controllo della Tenuta dell’Ornellaia a Bolgheri nel 2005 e nel 2011 l’inaugurazione della modernissima cantina dell’Ammiraglia in Maremma.

Ammiraglia Maremma Toscana IGT 2006 Marchesi de' Frescobaldi
Visualizza
€ 32.00

New

Castelgiocondo Brunello di Montalcino DOCG 2011 Magnum Frescobaldi
Visualizza
€ 70.00

New

Luce Brunello di Montalcino DOCG 2003 Marchesi de Frescobaldi
Visualizza
€ 80.00

New

Allo scopo di garantirti una migliore navigazione sulle pagine di questo sito web, l'impostazione predefinita dei cookies è consenti tutti i cookies. Se non modifichi questa impostazione, prenderemo atto che gradisci ricevere i cookies dal nostro sito web. In caso contrario, puoi modificare le impostazioni in ogni momento cliccando sul pulsante Modifica a lato.